Serie A: BATTUTA D'ARRESTO PER L'ECOTHERM CONTRO SENAGO

di Marco Pellegrini

Nella torrida domenica a Senago arriva una doppia sconfitta che fa malissimo al Brescia, che butta al vento le belle prestazioni delle ultime uscite compromettendo il proprio cammino nel girone B. Adesso per riuscire a finire in testa serverebbe un miracolo. L'unica combinazione di risultati che lo consentirebbe sarebbe un pareggio tra Cagliari e Senago nella partita di settimana prossima in cui Brescia riposa e due vittorie di Brescia sul Cagliari all'ultimo turno. Anche in questo caso però non vi sarebbe certezza in quanto le squadre sarebbero tutte appaiate a 4 vittorie e ci si affiderebbe a differenza punti e coefficienti.

Gara 1 vede la formazione guidata da Gorrin soccombere ai meneghini guidati da Sheldon con il punteggio di 7 a 4.

Decisivo ai fini del punteggio l'ottavo inning d'attacco del Senago, che grazie alle valide di Suardi e Rotondo confeziona un big inning da 4 punti che ribalta il risultato e taglia le gambe all'Ecotherm Brescia, che non riesce più a recuperare.

Buona partita dei lanciatori bresciani, ma l'attacco meneghino si è mostrato più cinico e ha realizzato le valide nei momenti giusti, pur battendo in complessivo meno valide dell'attacco bresciano (9 a 11) dove si sono particolarmente distinti Luca Virgadaula e Davide Bazzana, rispettivamente con 3 e 2 valide a testa. Grosso rammarico per i leoni bresciani gli 11 giocatori lasciati sulle basi, che mostrano quanto poco la squadra abbia concretizzato di ciò che ha costruito.

In gara 2 il copione è completamente differente.

L'attacco del Senago si accanisce da subito contro i lanci di Fandinho, che non riesce ad essere efficacie come al solito e i milanesi si trovano subito a condurre per 3 a 0 grazie alle valide della parte alta del line up.

Negli inning successivi Fandinho recupera sicurezza ma l'attacco ospite non si ferma e sigla ancora 1 punto al secondo inning e poi 1 al quarto e 2 al quinto.

Man mano che il Senago prende il largo il lineup bresciano invece non riesce ad entrare in partita e non sarà mai incisivo. Merito soprattutto dell'eccellete prestazione del lanciatore avversario Belisario, che sfiora il perfect game, concedendo una base ball all'ultimo battitore del nono inning (Vinetti). Per il partente del Senago saranno ben 14 gli strikeout e potrà festeggiare a fine partita una storica no-hitter oltre che la seconda vittoria di giornata per la sua squadra.

Ora per i ragazzi di Gorrin arriva il turno di riposo, prima dell'ultimo match contro Cagliari previsto il 27 Giugno. 2 settimane quindi in cui l'Ecotherm proverà a mettere a posto quello che non ha funzionato e cercare di dare tutto per strappare 2 vittorie ai favoriti del girone.


Recent Posts