PDFStampaE-mail

IL SOLITO BRESCIA DAI DUE VOLTI SPARTISCE LA POSTA ANCHE CON COLLECCHIO

Ultimo aggiornamento 04 Maggio 2015 Scritto da Marco Pellegrini 04 Maggio 2015

 

Quinta giornata di campionato di serie A.
Sul campo di via Branze arriva il Collecchio, reduce da una doppia vittoria nel derby con l'Oltretorrente e i ragazzi di Gorrin sono decisi a dimostrare di essere usciti dall'empasse di Gara1 e di essere in grado di portare a termine 2 partite di qualità. Purtroppo questo desiderio di riscossa rimarrà solo nelle parole in quanto in gara 1 i ragazzi del CUS Brescia cadono nei soliti errori e nelle solite leggerezze, e cedono la scena all'avversario, perdendo 6 a 2. Nel pomeriggio il furioso riscatto e la brillante prestazione che inchiodano il tabellone sul 12 a 1 per i Bresciani alla fine della settima ripresa.

Gara 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9
Collecchio 0 1 0 0 4 0 0 1 0
Cus Brescia 0 0 1 0 0 1 0 0 0

La gara del mattina si svolge in maniera equilibrata per le prime quattro riprese. Il partente del Brescia Coletti è meno preciso del solito e concede qualche base ball di troppo ma nonostante ciò riesce a tenere a bada le mazze avversarie fino al quinto, concedendo un solo punto. Nel box però il Brescia non si sblocca, le valide arrivano col contagocce e la corsa sulle basi non abbastanza attenta e aggressiva forse vanifica qualche occasione. Si apre dunque la quinta ripresa sul punteggio di 1 a 1 ma a questo punto Coletti incontra un momento di difficoltà, riempie le basi e con il potente triplo del quinto in battuta dei parmigiani la squadra ospite allunga, fino a portarsi sul 5 a 1. E' la valida che spacca la partita. Coletti viene rilevato da Pittari che fa un ottimo lavoro sul monte concedendo un solo altro punto alla compagine Collecchiese. Le mazze del Brescia però non hanno mordente e la rimonta non arriva. finisce 6 a 2 per il Collecchio.

Gara 2
1 2 3 4 5 6 7
Collecchio 0 0 0 0 0 0 1
Cus Brescia 0 5 0 0 5 0 2

Nella gara del pomeriggio, quella dei lanciatori stranieri, il Brescia, come troppo spesso è accaduto quest anno si trasforma e confeziona una prestazione maiuscola frutto di una partita attenta in difesa e concentrata ed efficacie nel box di battuta.
Il cambio di marcia avviene già al secondo inning quando con 2 out e uomo in seconda base in posizione punto le valide consecutive di Pellegrini, Prati, Vinetti e Bazzana suonano la carica e i leoni bresciani riescono a portarsi sul 5 a 0.
In difesa è il pitcher Noguera a farla da padrone, inibendo con i suoi lanci veloci le mazze della squadra ospite. Dopo un paio di inning di torpore le mazze bresciane tornano a tuonare al quinto, sfoderando un altro big-inning da 5 punti, dimostrando che i ragazzi di Gorrin con la mazza ci sanno fare se sanno trovare la giusta concentrazione.
Sul tranquillo punteggio di 10 a 0 alla settima ripresa sale sul monte a rilevare un ottimo Noguera il closer di origini dominicane Moreta. Dopo un primo battitore eliminato al piatto però, il lanciatore bresciano concede una base ball e un lungo doppio lungolinea che, sommati ad un dolore al braccio portano alla sua sostituzione con il sempre verde Corba, che chiude la ripresa limitando i danni sul punteggio di 10 a 1.
Brescia però vuole chiudere qua e con un uomo in prima base la linea potente colpita da Pestana sorvola la rete dell'esterno sinistro per lo splendido fuoricampo che chiude la partita e fissa il punteggio sul 12 a 1 per il Cus Brescia.

Nelle altre partite del girone non ci sono stati pareggi e la classifica si allunga un po', con un primo tentativo di fuga del Bollate che fa malloppo pieno contro al Senago. In coda perdono ancora Oltretorrente (prossimo avversario dei brescian) e Novara che si staccano un po' dal resto del gruppo in cui è inserito anche il Brescia. Un campionato ancora apertissimo e molto incerto, da gustare fino all'ultima partita.

Un azione di gioco in prima base

 

PDFStampaE-mail

IL CUS BRESCIA MANTIENE IL VIZIO DEL PAREGGIO

Ultimo aggiornamento 27 Aprile 2015 Scritto da Marco Pellegrini 27 Aprile 2015

Gara 1

INNING              1 2 3 4 5 6 7 8 9

Squadra Ospite    0 0 1 0 0 1 0 0 0

Squadra di Casa   1 0 0 3 0 0 1 0 X

Gara 2

INNING               1 2 3 4 5 6 7 8 9

Squadra Ospite     3 1 0 0 0 0 0 0 1

Squadra di Casa    0 0 0 0 0 0 0 0 0

Lo scorso sabato è andata in scena la quarta giornata di campionato che ha visto il Brescia impegnato nel big match contro la capolista Senago.

Il verdetto del campo è sempre il solito, una partita vinta e una persa, una tendenza che si trascina ormai da un mese anche se in questo caso i risultati sono più equilibrati a differenza di quanto successo nelle scorse giornate.

Una gara 1 persa per 5-2 che evidenzia i limiti della squadra di Gorrin troppo disattenta e sprecona si contrappone ad una gara 2 che invece esalta carattere e personalitá soprattutto in attacco.

Un'inversione netta di atteggiamento fra le due gare che non può essere imputata solo alla presenza della star Noguera sul monte in gara 2 nonostante anche domenica abbia sfoderato una prestazione maiuscola con 19 strike out e solo 3 valide concesse nell'arco di tutti e 9 gli inning.

Il tecnico Gorrin ha le idee chiare, gli errori che pregiudicano il risultato il gara 1 non sono di tipo tecnico, sono errori mentali, dettati secondo la sua analisi da un’eccessiva “paura di sbagliare”, troppa disattenzione a piccoli dettagli che uniti possono decidere il risultato finale.

Tutto sommato per ora questo perfetto equilibrio di risultati riesce a garantire una posizione comoda, fuori zona retrocessione, ma la domanda è: basterà a garantire la salvezza a fine campionato?

Mentre in settimana la squadra continuerà ad allenarsi duramente per cercare di risolvere la maledizione di gara 1, l’attenzione è già rivolta a Domenica prossima dove Brescia ospiterà la squadra Emiliana del Collecchio.

Kevin Pittari sul monte di lancio

 

PDFStampaE-mail

ENNESIMO PAREGGIO CON CROCETTA

Ultimo aggiornamento 23 Aprile 2015 Scritto da Marco Pellegrini 23 Aprile 2015

 

Finisce in parità l'esordio casalingo dei leoni bianco blu

Ennesima prova da Dr.Jekyll e Mr.Hyde del CUS Brescia che dopo aver perso gara 1 5-4 alla 13esima ripresa, affossa 10-0 nel pomeriggio la compagine parmense.
Gara 1 è probabilmente l'incontro più brutto disputato finora dai bianco blu fortemente in difficoltà con le mazze capaci di produrre la miseria di sei valide.
Difronte si trovano due squadre molto giovani e inizialmente è il crocetta a dimostrare maggior voglia e determinazione producendo tre punti nei primi quattro inning.
Come spesso accade, dopo esser stato ferito, il CUS reagisce con grinta e nella quinta ripresa Vinetti e Bazzana, vero mattatore di giornata, portano a casa il pareggio.
Da lì la gara si spegne un poco fino agli extra inning, che si svolgono con l'assurda regola del tie-break, corridori ad occupare i sacchetti di prima e seconda con un out.
Ne uscirà vincitore il Crocetta che è stato capace di sfruttare al meglio le poche situazioni favorevoli concesse espugnando così il via Branze per la prima volta d un anno a questa parte.
Da segnalare l'ottima prestazione del ricevitore bresciano Mirandi, chiamato a sostituire Pestana, che ha egregiamente tenuto il campo durante tutto l'arco della partita.
Toccati nel vivo e con voglia di riscatto i bresciani in gara 2 sfoderano l'ennesima prova maiuscola e, dopo aver rifilato lo scorso weekend 11 punti a Paternò, si ripetono producendone 10 e chiudendo l'incontro per manifesta alla settima ripresa.
Protagonisti del pomeriggio, oltre all'ormai costante Noguera, sono il duo Bazzana-Galli che dalle loro mazze producono 5 valide e 6 rbi ammazzando così la partita.
Allo stesso tempo bisogna comunque dire che l'intera squadra ha lavorato bene, unita e determinata, pronta su ogni palla.
Ora bisognerà lavorare sodo per vincere anche gara 1, magari già domenica, in trasferta a Milano contro il Senago, capolista per ora del girone A.

 

L'interno Davide Bazzana

   

PDFStampaE-mail

UN ALTRO PAREGGIO PER IL BRESCIA IN TERRA SICILIANA

Scritto da Marco Pellegrini 13 Aprile 2015

Si è disputata nel Weekend del 11 e 12 Aprile la doppia sfida della seconda giornata del campionato di serie A di baseball tra Cus Brescia e Red Sox Paternò.

La sfida si preannunciava molto calda fin dalla vigilia visto che il precedente scontro tra le due formazioni era avvenuto a settembre durante i Playoff della serie B 2014 e le due squadre avevano dato vita ad un vero e proprio duello culminato solo in gara 5 con la vittoria dei bresciani.

E’ in questo clima di rivincita che i ragazzi di Gorrin arrivano al Warriors Field di Paternò volenterosi di confermare la buona prova di gara 2 con il Novara e sciogliere i dubbi di gara 1 con una prestazione all’altezza della qualità della rosa.

Gara 1

 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

Risultato finale

Cus Brescia

0

0

0

0

1

0

0

3

2

6

Red Sox Paternò

2

0

1

0

4

0

0

1

X

8

 

Nella partita del sabato pomeriggio il monte di lancio viene affidato a Coletti per il Brescia, mentre il Paternò mette in pedana il figliol prodigo Torres, tornato alle pendici dell’Etna dopo aver disputato il campionato di IBL nella scorsa stagione con la casacca del Rimini.

Le mazze bresciane faticano ad ingranare, complice probabilmente la stanchezza del viaggio e i lanci efficaci di un sempreverde Torres, mentre il lanciatore bresciano Coletti fatica ad inquadrare la zona di strike della coppia arbitrale siciliana concedendo da subito un paio di basi ball e altrettanti punti. La prima ripresa si conclude quindi sul 2 a 0 per il Paternò che continua a giocare una partita efficace in difesa e determinata in attacco. Il Cus Brescia non riesce ad incidere e le mazze dei lombardi non producono nulla fino al quinto inning, durante il quale viene segnato un punto. Col punteggio sul 3 a 1 per i padroni di casa e due uomini in posizione punto le speranze di rimonta di un Brescia ora più determinato vengono annullate quando la potente linea colpita da Milko Jaramillo finisce la sua corsa in una frazione di secondo nel guanto del lanciatore avversario, che di riflesso riesce ad effettuare l’eliminazione al volo e a chiudere l’inning.

 

Leggi tutto: UN ALTRO PAREGGIO PER IL BRESCIA IN TERRA SICILIANA

 

PDFStampaE-mail

CUS BRESCIA BASEBALL: PAREGGIO AGRODOLCE IN TERRA PIEMONTESE

Ultimo aggiornamento 07 Aprile 2015 Scritto da Marco Pellegrini 07 Aprile 2015

 

Termina con un pareggio la prima giornata di serie A contro Novara

Gara 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9 RF
Brescia 0 1 0 0 1 0 0 0 0 2
Novara 0 0 0 0 1 0 0 1 1 3
Gara 2
1 2 3 4 5 6 7 8 9 RF
Brescia 0 1 0 0 0 0 1 1 0 3
Novara 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Brescia e Novara si dividono la posta in palio nella prima giornata delle serie A 2015.
I risultati delle due partite evidenziano le iniziali difficoltà della compagine bresciana ad adattarsi ad una categoria superiore nonostante il lavoro offseason e le amichevoli precampionato.
Coletti è il partente designato dallo staff tecnico e ripaga la fiducia con sei riprese di sostanza concedendo solamente un punto e lasciandone al piatto cinque.
Con il punteggio sul 2-1, vista l'assenza di Pittari per influenza, Corba è il rilievo e dopo due riprese di ordinaria amministrazione, complice anche qualche errore della difesa bresciana, Novara riesce a superare al nono inning aggiudicandosi così, nello stupore generale, gara 1.
Il format della serie A prevede che gara 2 sia affidata al lanciatore straniero e, in tal caso, per il CUS, tale ruolo è stato affidato a Tony Noguera.
Il lanciatore ispanico-venezuelano, al primo cap con i nuovi colori, sfodera una prestazione sontuosa: 20k, una valida concessa e tre basi ball.
La novità è tanta anche per il line up bresciano e le difficoltà si fanno sentire. Sono infatti appena cinque le valide dei bresciani, due battute dall'esterno Bertozzi che permettono ai gnari di segnare la prima W della stagione.
Sabato si torna a giocare con la trasferta di Paternò, rivincita delle finals di playoff della passata stagione per la promozione in A, che si preannuncia di fuoco.
Stay tuned!
Francesco Bertozzi
   

Pagina 1 di 10