PDFStampaE-mail

CUS RIDIMENSIONATO DA UN COLLECCHIO FORMATO PLAYOFF

Scritto da Marco Pellegrini 01 Luglio 2015

 

Doppia sconfitta in trasferta per i bianco blu che devono inchinarsi ad un Collecchio in ottima forma con i risultati di 4-1 e 1-0.
Gara 1 ha preso la direzione giallo-blu fin dalla prima ripresa quando i ragazzi parmensi sono riusciti a sfruttare la non ottima partenza del partente bianco-blu segnando 3 punti, poi gestiti al meglio durante l'arco di tutta la partita.
Gara 2 invece vede lo scontro tra i titani Burlea e Noguera, il primo autore di 10 strikeout in 8 riprese, il secondo 19.
La prevalenza del monte si fa notare anche sulle mazze che risultano essere sterili per tutto l'incontro.
Alla fine sarà Collecchio, con un finale trilling, a conquistare la partita.
La corsa ai playoff non é ancora compromessa ma ci sarà da lavorare, sia a livello tecnico che mentale, per continuare a giocarsi le proprie carte.
Domenica prossima di sarà la sfida con l'Oltretorrente per mettere il sigillo ai playoff.

 

 

 

PDFStampaE-mail

UN BRESCIA CONVINCENTE SI RILANCIA IN CLASSIFICA

Ultimo aggiornamento 22 Giugno 2015 Scritto da Marco Pellegrini 22 Giugno 2015

Nello scontro diretto al vertice del girone A il CUS Brescia vince e convince contro la compagine del Senago Milano United. Grazie ai risultati di sabato, che hanno visto le inseguitrici della zona calda dei playoff subire una battuta di arresto contro i fanalini di coda Novara e Oltretorrente, i bresciani sapevano di poter fare il "colpaccio" e con due solide prestazioni sono riusciti a portare a casa il risultato che se da un lato vuol dire salvezza matematica (obiettivo primario della stagione) dall'altro vuol dire fiducia e ottimismo per la corsa ai playoff, ora non più un miraggio.


Gara 1

1 2 3 4 5 6 7 8 9
Senago Milano United 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Cus Brescia 2 1 0 0 0 1 0 0 X

Parte forte il CUS Brescia in gara 1 e già dal primo inning, grazie ad un attacco concentrato e aggressivo, si trova a condurre per 2 a 0. I due punti entrano grazie alle valide consecutive di Bertozzi, Bazzana e Pestana, e a una volata di Bellesi.
Sul monte di lancio Coletti è in giornata e mette il bavaglio alle mazze meneghine (saranno solo 2 le valide per gli ospiti a fine partita).
Al secondo inning i bresciani allungano ancora grazie a Galli, che dopo essersi guadagnato la prima base con un singolo riesce a raggiungere la terza base grazie ad una corsa aggressiva e infine arriva a marcare grazie alla battuta in diamante di Vinetti che porta a casa l'rbi del 3 a 0.
Dal terzo inning le mazze bresciane frenano un po' la furia delle prime riprese e non riescono più a segnare fino al sesto dove allungheranno ulteriormente con Bazzana che riesce ad andare a punto su errore di tiro del catcher e a fissare il punteggio sul definitivo 4 a 0.
Sul monte Coletti è autore di un'ottima prestazione fino al settimo inning. Viene poi rilevato nelle ultime due riprese da Corba, che chiude la gara con autorità senza concedere nulla alle mazze avversarie e annullando ogni velleità di rimonta.

Gara 2

1 2 3 4 5 6 7 8 9
Senago Milano United 0 0 0 0 0 0 0 0 0
CUS Brescia 0 0 0 0 0 0 0 1 X

Il Brescia si presenta in gara 2 con la grande opportunità di scavalcare i diretti avversari in classifica ma il Milano non ci sta e vuole giustamente dire la sua. Ne esce una partita in cui gli attacchi, forse un po' nervosi per la posta in palio, non riescono ad incidere e i lanciatori la fanno da padroni.
Noguera, per i padroni di casa, lancia un partita eccezionale, lasciando al piatto ben 20 volte i battitori avversari, mentre per i meneghini è Gargamelli a prendere per mano la sua squadra e grazie a lanci precisi e a delle buone difese la partita rimane in bilico sullo 0 a 0 fino all'ottavo inning.
All'ottavo inning Brescia non ci sta e di fronte al pubblico di casa tira fuori il colpo di reni che permette di aggiudicarsi la partita.
Galli apre l'inning con un potente doppio in mezzo agli esterni e Corba lo sposta in terza con una rimbalzante sul seconda base. E' in questo momento che l'aggressività sulle basi di Galli fa perdere la testa allo United. Il bresciano infatti si prende un rischio rimanendo molto staccato dalla base sulla rimbalzante di Alloisio proprio di fronte al terza base...a quel punto Galli rientra in scivolata facendo perdere la palla al difensore meneghino, e mentre la palla rotola poco distante Galli decide di partire verso casa base, sospinto dal dog out e dai numerosi tifosi sugli spalti. Il tiro del terza base è buono e ai bresciani si gela il sangue quando la pallina arriva al ricevitore un buon mezzo metro prima che Galli arrivi alla base, ma sulla scivolata e il successivo contatto il catcher del Milano non riesce a tenere la palla nel guanto. E' il punto che vale la partita.
Un eroico Noguera resta sul monte per chiudere l'ennesimo complete game della stagione e quando l'ultimo battitore viene messo strike out può esplodere la gioia per i bresciani, che ora in classifica sono secondi in solitaria a sole due partite dalla capolista Bollate.

Sabato prossimo si gioca a Parma, contro il Collecchio, prima inseguitrice dei Bresciani. I leoni sono attesi alla conferma delle ultime buone prestazioni, per consolidare il secondo posto e poter iniziare a sognare in grande.
 

PDFStampaE-mail

CUS BRESCIA: TORNA L'INCUBO GARA 1

Scritto da Marco Pellegrini 16 Giugno 2015

La prima doppietta della stagione contro Novara aveva fatto ben sperare, soprattutto dopo la vittoria di gara 1, di potersi ripetere anche il weekend successivo contro Paternò, seconda forza del girone davanti proprio ai portacolori bianco blu. 
Invece il CUS ha perso, e anche malamente, gara 1 quella riservata al lanciatore di scuola italiana.
La sfida Coletti-Torres si preannuncia scoppiettante e Brescia nella prima ripresa si dimostra squadra compatta riuscendo a portarsi in vantaggio immediatamente.
La partita è equilibrata, sia in difesa che in attacco ed entrambe le compagini riescono ad esprimere un ottimo gioco.
Ma tutto ciò ha una fine. Coletti lascia il monte alla quinta ripresa sul punteggio di 2-1 in favore degli etnei e da lì inizierà il calvario dei bianco blu.
Nelle tre riprese successive Paternò riesce a segnare 12 punti, quattro ad ogni ripresa e solo una timida ripresa dei locali annulla la vittoria per manifesta.
Da annoverare l'ottimo esordio di Bonetti sul monte di lancio: le 3 riprese conclusive dell'incontro vengono lanciate infatti dal pitcher bresciano senza subire alcun punto.
Archiviata l'ennesima prova opaca, l'indomani, la domenica mattina, è tempo di cambiare ritmo e tornare a mostrare l'ottimo baseball mostrato nei momenti di difficoltà.
Noguera è il pitcher designato per difendere il monte dei bianco blu.
Brescia alla seconda ripresa si trova sotto di un punto ma la reazione non tarda ad arrivare e immediatamente si porta in vantaggio.
L'allungo decisivo si completa alla settima ripresa e così Brescia può nuovamente segnare una vittoria.
Domenica prossima si va in trasferta a Parma, contro il Crocetta, uno dei tanti scontri diretti che caratterizzeranno questo finale di campionato.
   

PDFStampaE-mail

PRIMA DI RITORNO E PRIMA DOPPIA VITTORIA PER IL CUS BRESCIA

Scritto da Marco Pellegrini 16 Giugno 2015

 

Finalmente, nella prima giornata di ritorno del girone A della serie A federale, il CUS Brescia riesce ad aggiudicarsi entrambi gli incontri contro il fanalino di coda Novara, per una vittoria che riesce a infrangere il Taboo di gara 1, che in questa stagione non era mai stata vinta dalla compagine bresciana e sopprattutto fa classifica e tanto morale in vista delle prossime sfide.

Gara 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9
Novara 2000 0 0 0 0 0 0 1 3 0
CUS Brescia 2 0 4 1 0 1 1 0 X

In gara 1 il manager Gorrin affida a Coletti il monte di lancio e il giovane pitcher bresciano ripaga la fiducia con un'ottima prestazione tenendo a zero gli avversari per le cinque riprese lanciate.
L'attacco di Brescia gira bene fin dal primo inning con Bertozzi, schierato nel lineup in posizione di leadoff, che riesce sempre ad arrivare in base e le mazze di Bazzana, Pestana e Parellò che fanno la voce grossa contro la difesa novarese.
Gli ospiti provano a reagire ma i lanci di Coletti risultano indigesti alle mazze avversarie. Al sesto innning sale sul monte per il Brescia il rilievo Pittari che entra subito in partita e lancia una sesta ripresa in cui gli bastano 5 lanci per ottenere i 3 out.
Alla fine del sesto inning il punteggio è 8 a 0 per il Brescia e l'esito della partita sembra scontato, ma è proprio a questo punto che i ragazzi di Gorrin si rilassano e perdono concentrazione, complicandosi la vita e mettendo a rischio una partita fino ad allora impeccabile. I lanci di Pittari diventano meno efficaci e imprecisi e, complici anche un paio di errori della difesa il Novara riesce a segnare 4 volte tra il settimo e ottavo inning riaprendo la partita e ritrovando fiducia e morale.
A quel punto ci pensa il veterano Corba a togliere le castagne del fuoco ed entrando alla nona ripresa riesce a chiudere la partita con autorevolezza, regalando a Coletti la prima W della stagione.

Gara 2
1 2 3 4 5 6 7 8 9
Novara 2000 0 0 0 0 0 0 1 0 0
CUS Brescia 0 1 0 1 0 0 0 2 X

Gara 2 vede sul monte la sfida tra due ottimi lanciatori: Noguera per il Brescia e Buffa per il Novara.
Il venezuelano lancia la solita partita di sostanza, concedendo poco o nulla alle mazze avversarie totalizzando 18 strikeout e concedendo solo 3 battute valide in tutta la partita.
Per il monte novarese invece un ottima prestazione di Buffa, rilevato al quarto da Varalda, tiene imbragliate tutte le mazze del lineup bresciano ad eccezione di un monumentale Bellesi, che al rientro da un infortunio che lo ha tenuto fermo nelle ultime 2 settimane si carica la squadra sulle spalle e guida l'attacco bresciano con un incredibile 4 su 4 condito da 3 doppi e 3 rbi.
Una prova di carattere quindi, per la squadra bresciana, che tiene bene in difesa e in attacco riesce a capitalizzare la giornata di grazia del veterano Bellesi andando a vincere una partita non semplice che rilancia le ambizione di classifica di un Brescia che ha dimostrato di potersela giocare con tutti.

A fine giornata le parole del manager Gorrin sono chiare: "Dalla prossima partita non voglio più giocare per la salvezza, voglio giocare per i Playoff."
Le parole del coach venezuelano vengono confermate dai risultati degli altri campi, perchè mentre il Bollate accenna a una fuga vincendo due partite con Oltretorrente e allungando sulle inseguitrici il gruppetto di queste ultime si compatta con Paternò secondo e ben 3 squadre, tra cui Brescia, a rincorrerlo a mezza partita di distanza. Più staccate nelle retrovie Oltretorrente e Novara.
Il prossimo weekend il CUS Brescia ospita proprio il Paternò sul diamante amico di Via Branze. Sarà un banco di prova importante che ci dirà fin dove questa squadra può ambire di arrivare. Gara 1 sabato alle 15.30, Gara 2 domenica mattina alle 10.30.

 

 

 

PDFStampaE-mail

IL SOLITO BRESCIA DAI DUE VOLTI SPARTISCE LA POSTA ANCHE CON COLLECCHIO

Ultimo aggiornamento 04 Maggio 2015 Scritto da Marco Pellegrini 04 Maggio 2015

 

Quinta giornata di campionato di serie A.
Sul campo di via Branze arriva il Collecchio, reduce da una doppia vittoria nel derby con l'Oltretorrente e i ragazzi di Gorrin sono decisi a dimostrare di essere usciti dall'empasse di Gara1 e di essere in grado di portare a termine 2 partite di qualità. Purtroppo questo desiderio di riscossa rimarrà solo nelle parole in quanto in gara 1 i ragazzi del CUS Brescia cadono nei soliti errori e nelle solite leggerezze, e cedono la scena all'avversario, perdendo 6 a 2. Nel pomeriggio il furioso riscatto e la brillante prestazione che inchiodano il tabellone sul 12 a 1 per i Bresciani alla fine della settima ripresa.

Gara 1
1 2 3 4 5 6 7 8 9
Collecchio 0 1 0 0 4 0 0 1 0
Cus Brescia 0 0 1 0 0 1 0 0 0

La gara del mattina si svolge in maniera equilibrata per le prime quattro riprese. Il partente del Brescia Coletti è meno preciso del solito e concede qualche base ball di troppo ma nonostante ciò riesce a tenere a bada le mazze avversarie fino al quinto, concedendo un solo punto. Nel box però il Brescia non si sblocca, le valide arrivano col contagocce e la corsa sulle basi non abbastanza attenta e aggressiva forse vanifica qualche occasione. Si apre dunque la quinta ripresa sul punteggio di 1 a 1 ma a questo punto Coletti incontra un momento di difficoltà, riempie le basi e con il potente triplo del quinto in battuta dei parmigiani la squadra ospite allunga, fino a portarsi sul 5 a 1. E' la valida che spacca la partita. Coletti viene rilevato da Pittari che fa un ottimo lavoro sul monte concedendo un solo altro punto alla compagine Collecchiese. Le mazze del Brescia però non hanno mordente e la rimonta non arriva. finisce 6 a 2 per il Collecchio.

Gara 2
1 2 3 4 5 6 7
Collecchio 0 0 0 0 0 0 1
Cus Brescia 0 5 0 0 5 0 2

Nella gara del pomeriggio, quella dei lanciatori stranieri, il Brescia, come troppo spesso è accaduto quest anno si trasforma e confeziona una prestazione maiuscola frutto di una partita attenta in difesa e concentrata ed efficacie nel box di battuta.
Il cambio di marcia avviene già al secondo inning quando con 2 out e uomo in seconda base in posizione punto le valide consecutive di Pellegrini, Prati, Vinetti e Bazzana suonano la carica e i leoni bresciani riescono a portarsi sul 5 a 0.
In difesa è il pitcher Noguera a farla da padrone, inibendo con i suoi lanci veloci le mazze della squadra ospite. Dopo un paio di inning di torpore le mazze bresciane tornano a tuonare al quinto, sfoderando un altro big-inning da 5 punti, dimostrando che i ragazzi di Gorrin con la mazza ci sanno fare se sanno trovare la giusta concentrazione.
Sul tranquillo punteggio di 10 a 0 alla settima ripresa sale sul monte a rilevare un ottimo Noguera il closer di origini dominicane Moreta. Dopo un primo battitore eliminato al piatto però, il lanciatore bresciano concede una base ball e un lungo doppio lungolinea che, sommati ad un dolore al braccio portano alla sua sostituzione con il sempre verde Corba, che chiude la ripresa limitando i danni sul punteggio di 10 a 1.
Brescia però vuole chiudere qua e con un uomo in prima base la linea potente colpita da Pestana sorvola la rete dell'esterno sinistro per lo splendido fuoricampo che chiude la partita e fissa il punteggio sul 12 a 1 per il Cus Brescia.

Nelle altre partite del girone non ci sono stati pareggi e la classifica si allunga un po', con un primo tentativo di fuga del Bollate che fa malloppo pieno contro al Senago. In coda perdono ancora Oltretorrente (prossimo avversario dei brescian) e Novara che si staccano un po' dal resto del gruppo in cui è inserito anche il Brescia. Un campionato ancora apertissimo e molto incerto, da gustare fino all'ultima partita.

Un azione di gioco in prima base

   

Pagina 1 di 11